recuperoareeestrattivatit

La Cooperativa "Valli Unite"si occupa anche di ripristino e rinaturalizzazione di aree estrattive e di cave mediante interventi atti al re-inserimento della zona antropizzata nel contesto naturale ad essa circostante. Per ottenere tali obiettivi è necessario in primo luogo rendere "stabili" dal punto di vista gravitazionale le aree interessate mediante una corretta regimazione delle acque meteoriche, superficiali o sotterranee e l'eliminazione di eventuali processi erosivi presenti in versanti o pareti in dissesto. Per tutte queste operazioni si fa riferimento alle tecniche di ingegneria naturalistica implementate da una serie di ulteriori interventi particolareggiati quali:

Geostuoie

Coperture con geostuoie o biostuoie da impiegarsi su pendii e scarpate per migliorarne la resistenza all'erosione provocata dall'impatto delle gocce di pioggia e dalle acque di ruscellamento, per il contenimento dei materiali fini e per costituire un rinforzo superficiale per le prime fasi di crescita della vegetazione erbacea.



RecuperoCavaCives

Piantumazione di alberi e arbusti a file o nuclei per velocizzare la rinaturalizzazione dell'area ai fini del reinserimento paesaggistico. A tale scopo vengono utilizzate essenze definite sulla base della vegetazione circostante il sito implementate con particolari accortezze quali aggiunte di sostanza organica, concime e idroritentori, pacciamanti per limitare la pressione e la competizione delle specie erbacee, shelter per la protezione delle piantine parte dei roditori, cannette anche colorate ai fini della manutenzione fututra del sito, ecc.;



IdroseminaCava

Idrosemine semplici o a spessore per evitare o per implementare il ruolo delle geostuoie. Anche in questo caso sarà necessario utlizzare un miscuglio con un corretto equilibrio tra:
1) velocità di insediamento ai fini della protezione superficiale rapida e fitta
2) resistenza e stabilità nel tempo con specie appartenenti alla vegetazione potenziale del sito
3) intensità di crescita in relazione alla facilità e alle tempistiche di manutenzione

Infine, per un corretto intervento di idrosemina saranno da valutare di volta in volta i corretti apporti di concimi e sostanza organica dipendenti dal tipo di substato e le aggiunte di collanti e pacciamanti per il fissaggio delle sementi al substrato.

Ingegneria Naturalistica

Scrivi al nostro esperto per saperne di più sull'Ingegneria Naturalistica e sulla Cooperativa Valli Unite del Canavese.

Scopri

Ricerca & Sviluppo

La Cooperativa Valli Unite del Canavese ha scelto di investire nelle nuove tecnologie e nell'innovazione.

Scopri

News e Eventi

Online le Referenze della Cooperativa Valli Unite del Canavese!

Dettagli

Progetto B.A.L.LA. 2

Progetto finalizzato all’ottimizzazione e misura dei parametri acustici della barriera stradale antirumore in legno di castagno non trattato e pura lana vergine sviluppata nell’ambito del precedente progetto B.A.L.LA.

Scopri